Cloud Nothings - Here And Nowhere Else

04.11.14 - posted by George

Cover

Con il secondo disco i Cloud Nothings provano a svoltare verso il successo scegliendo la strada del disco diretto e veloce, decisamente più del già buono "Attack On Memory". Per la band di Dylan Baldi si trattava di uscire da una sorta di calderone nel quale sono finiti in troppi del contesto lo-fi noise a tinte 90' che tanto piacere ha fatto agli inizi e tanto in fretta aveva stancato in questa sua seconda vita a cavallo della nuova decade degli anni 2000. 

Baldi e compagni però dimostrano di avere delle buone carte da giocare unendo una cura per le melodie e per il rock patinato da classifiche finora quasi sconosciuta, andando quindi a rimpiazzare quel genere che guarda sia agli Strokes che al punk più grezzo dove sono i riff ad incollare all'ascolto. Il frontman è bravissimo quando si tratta di tirare fuori dal cilindro riff appiccicosi che si attaccano al cervello ed è bravo pure il producer John Congleton - sicuramente meno avvezzo di roc grezzo del suo predecessore Steve Albini - ma che riesce a non disperdere il patrimonio rockettaro della band.

Buoni i primi due estratti dal disco (I’m Not Part Of Me e Psychic Trauma), che svelano fin da subito quelle che sono le carte che il gruppo gioca con questo disco: accellerazioni e melodia; ma anche il resto della tracklist presenta diverse ottime scelta, su tutte quella della corposa Pattern Walks, sette minuti in cui c'è dentro un po' di tutto, ma in una miscela che funziona. "Here And Nowhere Else" è un disco che scorre abbastanza velocemente, quindi anche senza avere mai troppi cambi di ritmo al suo interno per tenere viva l'attenzione, riesce a catalizzare l'ascolto a lungo andare ed è oer questo che ci sentiamo in fondo di promuoverlo.

Forse non sarà il disco della consacrazione per la band, ma lo è per il frontman Dylan Baldi, che dimostra di riuscire a sopperire alla partenza di due elementi cardine: il chitarrista Joe Boyer e lo scopritore Steve Albini. Ora i Cloud Nothings sanno di poter camminare con le proprie gambe, non ci resta che aspettare il prossimo disco per sapere se questo basterà per sfondare.

Tracklist:

Now Hear In
Quieter Today
Psychic Trauma
Just See Fear
Giving Into Seeing
No Thoughts
Pattern Walks
I'm Not Part Of Me

comments powered by Disqus