Il Pan del Diavolo - FolkRockaBoom

08.07.14 - posted by Annie.Dima

Cover

Un disco difficile, che ho ascoltato quasi per un mese prima di riuscire a recensire e in qualche modo definire.

Stiamo parlando di “FolkRockaBoom” ultima fatica del duo palermitano Il Pan del Diavolo.
Dopo essersi imposti sulla scena indipendente con “Sono all'osso” e “Piombo, polvere  e carbone” i due sono tornati  in “trasferta” e hanno registrato e prodotto questo ultimo disco uscito a inizio Giugno.

Dodici traccie che trasformano questo duo folk in punk sempre più attenti ai testi. Si mantiene, ovviamente, la loro origine e lo stile che li ha sempre contraddistinti ma riuscirete a trovare tante novità.

Chitarre distorte e “urla” la fanno da padrone per tutta la durata del disco.
“FolkRockaBoom” inizia il disco e ben vi farò capire cosa questa band  è arrivata a fare grazie alla consapevolezza e all'esperienza accumulata.
Amerete “Mediterraneo” per la sua dedica al sud e inizierete a “drogarvi” con questo disco grazie a “Mezzanotte” e soprattutto, a “Siamo i peggiori”.

La nota cantautorale è invece più evidente in “Io mi do'” e “Il meglio”.
Udite, udite.. Abbiamo anche un brano strumentale, si tratta di “Aradia”, che chiude il disco e lo delinea nella sua accuratezza.

I brani citati fin'ora sono quelli che, secondo me, vi ritroverete ad amare di più nel disco, ma tutti e dodici creano il disco migliore di questa band, perché dopo tutto si sa tre è il numero perfetto.

E se, ascoltandolo, vorrete cercare delle ispirazioni beh vi verranno in mente Battisti, Bennato e Rino Gaetano.

Ma nonostante queste evidenti ispirazioni sono altrettanto apprezzate le note elettroniche e blues che ricorrono per tutta la durata di questo LP.

comments powered by Disqus