Model Village - You Chose These Woes

27.02.14 - posted by George

Cover

Faccio un balzo indietro di qualche mese, ma non troppi, perchè sarebbe un reato non parlarvi del secondo disco dei Model Village. Recuperare un album uscito qualche tempo fa (anche se ufficialmente è di inizio Gennaio come release fisica) è un atto dovuto quando ti trovi di fronte ad un lavoro di tale classe e piacevolezza, un disco leggero come una piuma che vedi volteggiare davanti agli occhi oscillando brano dopo brano, ma con la stessa grazia, la stessa eleganza.

Gli imprinting della grande band c’erano tutti già al debutto di due anni or sono, ma per onestà i Model Village hanno ammesso che quello era più che altro una raccolta di vecchi brani (come fanno in tanti comunque), mentre qui per la prima volta il gruppo si riunito in studio con l’idea di creare un disco ed il risultato è strepitoso. Il panorama è l’indie-pop che guarda al folk, ma dimenticate ogni pregiudizio o ogni facile accostamento, perchè sono le melodie e la capacità di renderle così diverse e tutte accattivanti allo stesso tempo a farci dire che “You Chose These Woes” è davvero strepitoso.

L’inizio è morbido, delicato con Sunday e The Prince, ma è dal quarto/quinto brano che la coscienza di trovarsi di fronte ad uno di quei lavori di cui ti innamori si fa presente: difficile - anzi direi impossibile - non farsi trascinare da Splitting The Risk o dai cori in controtempo di Jaguar. Ascoltate il singolo Stockholm, basteranno tre volte per farvi passare attraverso i giudizi: buono - ottimo - dipendenza.

SI finisce spesso con l’eccedere con i complimenti e le parole quando ci si trova di fronte ad un disco che incanta, ma questo è il caso dei Model Village.

Se questo lavoro non li porta al successo è davvero uno scandalo.

Tracklist:

01. Sunday
02. The Prince
03. 19
04. Oh My Sisters
05. Splitting The Risk
06. Jaguar
07. Walk It Off
08. Stockholm
09. Antiques
10. No Personal Touch

comments powered by Disqus