Zabrisky - Peter, Nick & the lads

31.10.13 - posted by c.mcintosh

Cover

Ed ecco che torna all'attacco la band veneta Zabrisky. Dalle sonorità pop rock e indie, partono a suonare a metà degli anni 90, sfornando una manciata di demo autoprodotti, un ep, tre full length e calcando i migliori palchi italiani e stranieri, condividendoli con artisti internazionali. Diventano così icona e punto di riferimento della scena underground veneta, con l'etichetta Shyrec. 

Il 28 ottobre esce il loro quinto EP dal nome "Peter, Nick & the lads" composto da 5 tracce, registrate e mixate da Giovanni Ferrario e masterizzate da Giovanni Versari. Torna alla carica la band, con i suoi toni caldi e melodici, che coccolano l'ascoltare e allo stesso tempo lo portano a voler muovere il piede a ritmo indie. L'indie qui prodotto è l'indie classico, "quello prima che perdesse il suo vero significato". 

L'EP parte con "Not So New to Me" e subito ci accoglie una voce calda e dolce, seguita subito da un ritmo allegro e danzereccio. "From Geese to Sea" riprende un po' i ritmi (concedetemelo umilmente) dei The Cure e ci riporta così al passato della musica. "It Could Happen Then" ci riporta al presente, nonostante il titolo, con sonorità indie rock che fanno ballare. "Deep Blue Eyes" cambia tonalità e passa a toni più profondi e caldi, più rock'n'roll, meno indie. "Syrens" chiude l'EP e subito siamo catapultati nuovamente nel passato della musica, con ritmi che ricordano ancora i The Cure, The Chameleons e perchè no un pizzico di David Bowie. 

Un ottimo EP, a mio parere, da ascoltare soprattutto quando si ha voglia di stare da soli ed essere malinconici, ma anche se si ha voglia di ascoltare qualcosa di tranquillo.

comments powered by Disqus