Smashing Pumpkins - Zeitgeist

09.07.07 - posted by darkmavis

Cover Zeitgeist è un termine che significa nella filosofia romantico idealista tedesca del Settecento e Ottocento, clima ideale, culturale, spirituale caratteristico di un’epoca. E Corgan, con i neo-riformati Smashing Pumpkins ha voluto comunicarci che c'è aria di cambiamento, ma personalmente prima che uscisse quest'album, non ci credevo molto, anzi lo consideravo in pieno declino, soprattutto dopo il non fortunatissimo progetto Zwan e l'album solista, che tentava di seguire le orme di uno dei suoi gruppi mito, i New Order, senza però riuscirci a mio parere.
Ed invece mi sbagliavo.
Infatti Zeitgeist è un ritorno alle origini sotto certi versi, chitarre elettriche sparate con una violenza che non si sentiva da "Gish" o "Siamese Dream", sonorità graffianti ed arrabbiate che pensavo fossero scomparse dopo "Adore" (e riapparse non benissimo con i due Machina). Basta ascoltare i primi due pezzi dell'album, "Doomsday Clock" e "7 Shades of Black" per rendersene conto (e rimanerne scioccati).
Non è certo un album privo di difetti, la voce forse è troppo alta rispetto alla musica in certi momenti, il singolo uscito a maggio, "Tarantula", non è brillantissimo e quasi monotono (forse poteva scegliere un altro pezzo come lancio dell'album, o forse l'ha fatto apposta?), ed i pezzi in genere non sono niente di nuovo, però questi "difetti" sono perdonabili da certi pezzi di rara bellezza, ascoltate per esempio "Starz" o "(Come On) Let's Go!" o la lunga ma arrabbiata "United States".
In questo album Corgan esprime tutta la sua delusione verso quegli ideali (americani) che l'hanno deluso profondamente, si vede dalla copertina (la statua della libertà che sprofonda nel mare) e dai testi, come nella già citata "United States".
Concludendo, devo dire che questo album può essere definito "controverso" per i fan, a qualcuno, soprattutto chi ha amato il Billy Corgan di scorsi anni oppure da chi li ha conosciuti da dopo "Adore", potrebbe non piacere (anzi ne sono quasi convinto), mentre invece per chi adora gli Smashing Pumpkins vecchio stile (ed io sono tra questi ultimi) non potrà che apprezzare quest'album.
comments powered by Disqus