Slash featuring Myles Kennedy and The Conspirators

17.11.14 - posted by khaps Share

16 Novembre  - Torino, Pala Alpitour
Nella fredda serata Torinese, proprio a due passi dal cuore calcistico della città, sto per vivere una della serate più magiche e belle della mia intera esistenza. Dopo aver attraversato praticamente tutta la città arrivo al palazzetto, veramente ben messo e ultra moderno, con una buona organizzazione, ok, sono arrivato ben due ore in anticipo, ma riesco a ritirare il mio biglietto praticamente subito. Dopo un paio di panini e qualche gadget , che offrivano le solite bancarelle, entro e mi metto a cercare il mio posto. Le tribune fanno un po’ di fatica a riempirsi ma in molti riescono ad arrivare in tempo per sentire il gruppo di supporto di cui, si mi e’ sfuggito il nome ok?... non male. Mentre i quattro iniziano a scaldare la situazione i posti si riempiono quasi completamente e molta gente inizia ad affollarsi contro le balaustre di vetro del parapetto, suscitando l’ira funesta dei ragazzi della sicurezza (cacchio ci tengono un sacco a quei vetri!...probabilmente perché sembrano un po’ instabili?).
Fuori il gruppo di supporto e dopo un tempo che sembra interminabile ecco salire sul palco Slash e compagni, pazzesco!.... mia mamma lo ascoltava quando io ancora ero ancora un essere monocellulare e ora mi trovo là, nello stesso posto….cosi vicino. Mentre un turbine di emozioni mi travolge parte il primo pezzo “you’re a lie” tutti urliamo impazziti, i piu scalmanati sono già in piedi ovunque come durante la canzone successiva “Night train”…ehi… momento….momento … ma questi pezzi non sono in “world on fire” già, come molti altri, l’intero concerto si alterna fra  qualche brano, appunto dell’ultimo cd, a pezzi tra cui alcuni dei Guns n’ Roses e uno anche dei Velvet Revolver, infatti seguono “Halo”, “Havalon”, “Back from Cali” e “Whitered Delilah”. Potrebbe andare meglio? Si decisamente, come? Beh,“You could be mine”, Ghost”, “Doctor alibi” e “you’re crazy” vi dicono nulla? Altri brividi pazzeschi e come ci sta bene la voce del cantante degli Alter Bridge sopra, spettacolare!
Si ritorna al presente quando Myles attacca con “Shadow life” pelle d’oca a sentirla dal vivo, esecuzione impeccabile, questo gruppo e’ veramente fantastico e poi Slash e’un fenomeno, il tempo per lui sembra non trascorrere, corre e salta per tutto il palco. Si passa a “Beneath the savage sun”.
Spettacolare l’esecuzione di “Mr. Brownstone” ed è da brividi l’assolo di oltre..10 minuti? Beh scusate se ascoltando dal vivo “Rocket queen” non ho fatto partire il cronometro!
Si passa a due delle più belle tracce del nuovo disco “Bent to fly” e “World on fire”, FANTASTICHE! Sulle note di “Anastasia” si va verso la fine della serata, e allora perche no? Non vogliamo mettercelo un altro assolo Kilometrico? Ovviamente si! Marchio di fabbrica delle tuba più famosa del mondo, ormai siamo tutti in trance le facce intorno a me sono attonite, ma quanto vanno veloci quelle mani?! Abbiamo finito? NO! perché è a questo punto, quando mi rendo conto che il tempo a contatto col mio eroe sta per finire, Lui mi fa il regalo più bello, dal palco arrivano quelle note, si proprio quelle! “Sweet child o’ mine” lacrime agli occhi, il palazzetto e’ un unico coro. Quando arriva l’assolo il mio battito cardiaco si ferma la mia canzone preferita! Suonata dal vero un’emozione unica! Sulle note di “Paradise city”, luci, fumo, coriandoli e lancio di plettri si chiude il concerto. Si esce nel freddo della serata torinese…che a dire la verità dopo tutte queste emozioni non sembra più neanche cosi fredda.

comments powered by Disqus